Sudalia

Viaggi di gruppo nei piu’ splendidi siti Unesco del Sud Italia

4727696_ml

Scavi Archeologici di Pompei

E’ il sito archeologico più noto al mondo e rientra nella lista dei Patrimoni UNESCO dal 1997. Gli spettacolari resti della città di Pompei forniscono un’incredibile testimonianza dello stile di vita, delle usanze e delle architetture della società romana al momento dell’eruzione del Vesuvio avvenuta il 24 Agosto del 79 d.C., immergendo il visitatore in un’esperienza suggestiva ed emozionante, vissuta camminando tra i resti di domus patrizie, teatri, mosaici e affreschi delle ville pompeiane, terme e teatri. Gli Scavi di Pompei rappresentano oggi il secondo sito archeologico italiano, con oltre tre milioni di visitatori nel 2015.
Il sito dista 94 km dalla città di Benevento ed è facilmente raggiungibili via autostrada con un tempo di percorrenza di circa 80 minuti o in treno con un tempo di percorrenza di circa 150 minuti.

 

 

COSA VEDERE

sala-del-trono-cserta

 

La Via dell’Abbondanza

E’ la principale arteria del percorso turistico che attraversa l’antica Pompei e collega lungo il suo tracciato alcuni dei principali punti di interesse del sito, tra cui il Foro, le Terme Stabiane, il Tempio di Iside e l’Anfiteatro. Passeggiando lungo il suo percorso di pietra, inoltre, i visitatori avranno la possibilità di osservare alcune delle più belle case e costruzioni in cui dimorava la ricca borghesia Pompeiana, tra cui la Casa della Venere in Conchiglia e la Casa dei Casti Amanti.

 

 

giardini-della-reggia-di-caserta_179492

 

Il Foro

Rappresentava il luogo nevralgico della città e la principale sede della vita politica, economica e religiosa nella quale si i cittadini di Pompei si adunavano per manifestazioni, attività commerciali e dibattiti. Ha una forma rettangolare e misura 143 metri di lunghezza per 38 di larghezza, con il perimetro interamente circondato da portici e circoscritta tra alcuni degli edifici più importanti della città come la basilica, il macellum e la mensa ponderaria. Nella parte settentrionale sorge il Tempio di Giove splendidamente decorato da iscrizioni in bronzo.

 

giardini-della-reggia-di-caserta_179492

 

L’Anfiteatro

Si trova alla fine della Via dell’Abbondanza e rappresenta uno degli anfiteatri meglio conservati al mondo, nonché uno dei più antichi. Veniva utilizzato per giochi circensi e combattimenti tra i gladiatori ed arrivava ad ospitare circa 20.000 persone Esternamente si presenta in due ordini: la parte inferiore è ad archi ciechi, sotto i quali, durante gli spettacoli, i mercanti vendevano le loro mercanzie, mentre l’ordine superiore presenta archi a tutto sesto. Tra i due ordini è posto un ambulacro e per permetteva agli spettatori di raggiungere le gradinate più alte

 

giardini-della-reggia-di-caserta_179492

 

Le Terme Stabiane

Furono costruite intorno al IV-III secolo a.C. e conservano in gran parte intatta la struttura originaria con al centro la palestra porticata a base trapezoidale, nella zona orientale il frigidarium maschile, che presenta ancora sulle pareti raffigurazioni con soggetti marini, e quello femminile che fu costruito in un periodo successivo. Adiacenti al bagno si trovano il tepidarium e calidarium. Le terme erano dotate anche di spogliatoio, quello maschile decorato con amorini, trofei d’armi e figure del tiaso bacchico, e una sala per le fornaci, utilizzate per produrre calore.

 

giardini-della-reggia-di-caserta_179492

 

La Villa dei Misteri

E’ una villa suburbana di epoca romana ubicata a qualche centinaio di metri fuori dalle mura nord dell’antica città di Pompei, riportata alla luce a partire dal 1909. La Villa dei Misteri è uno degli edifici più visitati degli scavi di Pompei, soprattutto per la serie di affreschi del triclinio, raffiguranti riti misterici, ben conservati, da cui la struttura prende il nome.

 

 

 

 

 

 

DOVE SI TROVA

Cosa ne pensa chi l'ha visitata

Vai all'archivio»
SUDalia è un marchio registrato da EMMEviaggi e da Alessandro De Nisco
P. IVA 01476480627 - N. REA BN-123568
Capitale sociale Euro 20.000 int. versati
digital agencyneikos